A.P.A.

Risorsa 8
Risorsa 4
Risorsa 9
Risorsa 7

Sicurezza e autosoccorso in ambiente acquatico naturale e alluvionale per operatori del soccorso tecnico e sanitario

APA - auto protezione in acqua

AUTO-PROTEZIONE
IN ACQUA

L’idrografia del territorio, l’inurbamento e, più in generale, i cambiamenti del territorio associati ai mutamenti climatici, portano sempre più spesso gli enti tecnici preposti al coordinamento e al soccorso in acqua nella necessità di operare a stretto contatto con soccorritori sanitari, operatori della Protezione Civile e, più in generale, tutte le forze preposte alla sicurezza pubblica e al primo soccorso. 

Le capacità di auto-protezione, anche in questo caso, sono decisive nella tutela della vita del soccorritore e sono la base di un’efficace catena del soccorso alla vittima.

Conoscere i protocolli d’intervento significa “saper leggere” e decifrare adeguatamente una situazione di rischio, comprendere meglio e correttamente come si muovono gli enti tecnici e sanitari e operare nel rispetto delle competenze di ognuno, preservando la propria incolumità, quella delle persone che possono essere presenti sulla scena dell’evento e quella della vittima.

Il CSF Gymnasium è composto da istruttori specializzati nella didattica dell’auto-protezione e del soccorso avanzato in acqua. 

  • È centro di addestramento dei gruppi SAF e SA1 del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Pordenone
  • Collabora con enti di soccorso acquatico avanzato di superficie internazionali
  • collabora con il Dipartimento di Emergenza e Terapia Intensiva dell’Ospedale S.Maria degli Angeli di Pordenone 
  • Svolge attività di formazione per gruppi di Protezione Civile italiana
  • Organizza attività di addestramento e sicurezza in acqua per reparti operativi dell’Esercito Italiano, enti di pubblica sicurezza (Carabinieri, Polizia di Stato, Polizia Municipale) e per piloti dell’aviazione USAF.
118
b

CORSO BASE

  • 4 ore di teoria
  • 4 ore di pratica in piscina

Obiettivi formativi:

  • Conoscere i princìpi fondamentali dell’auto-protezione in ambiente acquatico naturale e, più in generale, dell’ambiente ostile.
  • Riconoscere i principali pericoli dell’ambiente acquatico che possono compromettere l’incolumità dell’operatore.
  • Conoscere la corretta procedura di allertamento del soccorso tecnico e sanitario.
  • Conoscere i principali DPI (dispositivi di protezione individuale) in riferimento alle normative nazionali e internazionali vigenti e il loro corretto utilizzo.
  • Conoscere l’ipotermia come principale pericolo per la sopravvivenza in ambiente acquatico naturale.
  • Conoscere le proprie abilità di sopravvivenza in acqua con l’utilizzo del giubbotto di galleggiamento.
T

Principali argomenti teorici:

 

➔ Presentazione del percorso formativo

➔ Principi di auto-protezione in ambiente acquatico naturale, alluvionale e in ambiente ostile

➔ DPI: verifica degli eventuali dispositivi a disposizione del gruppo per un eventuale loro utilizzo nella sessione pratica

➔ Rischi degli ambienti acquatici naturali

➔ L’ipotermia

Principali argomenti pratici:

 

  • Ambientamento e principi di acquaticità
  • Tecniche base della sopravvivenza in acqua
  • Respirazione – galleggiamento – spostamento
  • Utilizzo dei giubbotti di galleggiamento “auto-gonfiabile” e “corpo solido”, idro-costumi, caschi di protezione
  • Tecniche di sopravvivenza in acqua fredda e contrasto all’ipotermia

Il corso è aperto anche a coloro che NON sanno nuotare

auto protezione in acqua VV
b

CORSO AVANZATO

  • 4 ore di teoria
  • 4 ore di pratica in piscina

Obiettivi formativi:

  • Consolidare i princìpi fondamentali dell’auto-protezione in ambiente ostile.
  • Approfondire e sviluppare l’argomento ipotermia: sopravvivenza e soccorso alla vittima ipotermica.
  • Conoscere i principi del soccorso laico alla vittima annegata e dell’annegamento.
  • Imparare a gestire situazioni di stress psico-fisico in ambiente ostile e acquatico.
  • Conoscere i nodi più importanti utilizzati in ambiente acquatico naturale e alluvionale e il linguaggio utilizzato dai protagonisti del soccorso tecnico alluvionale.
  • Conoscere le proprie abilità di sopravvivenza in acqua senza l’utilizzo del giubbotto di galleggiamento.
T

Principali argomenti teorici:

 

Ipotermia, sopravvivenza in acqua fredda e soccorso alla vittima ipotermica

➔ Fisio-patologia dell’annegamento e tecniche base di soccorso alla vittima annegata

➔ Sistemi di sicurezza con corde, nodi di base

Principali argomenti pratici:

 

  • Nuoto di superficie
  • Tecniche avanzate di sopravvivenza in acqua fredda e soccorso alla vittima ipotermica
  • Tecniche di base di soccorso alla vittima annegata con l’utilizzo del manichino simulatore Ruth Lee “pool rescue training manikin”
  • Auto svestizione in acqua
  • Nuoto prolungato

Al corso avanzato sono ammessi gli operatori che hanno frequentato e superato il corso base.

Vuoi saperne di più sul progetto?

Chiedi informazioni

Compila il modulo con i tuoi dati per poterti contattare.
(I tuoi dati saranno protetti secondo le regole vigenti sulla privacy policy)

Per qualsiasi informazioni sulle attività del nostro servizio siamo a disposizione per darvi il miglior supporto possibile.

*campi obbligatori

con il sostegno di
banca360
Credima
Apri chat
1
Apri Chat
Scrivi il tuo messaggio ti risponderemo prima possibile!